Alla scoperta di Torino in due giorni

Torino è senza dubbio una delle città italiane più belle. Tanti posti meravigliosi da scoprire e che permettono di toccare con mano alcune delle fasi cruciali della storia italiana. Ecco perciò tutto quello che serve conoscere per chi voglia ammirare la bellezza inestimabile del capoluogo del Piemonte. Una meta ideale per un viaggio low cost alla scoperta dell’Italia.

Primo giorno a Torino: suggerimenti


Una prima tappa (obbligata!) è la Cioccolateria Guido Gobino. Un momento di dolcezza unica che vale la pena godersi anche perché la città di Torino è celebre per essere zona di produzione di cioccolata. Qui si può assaporare una delle tante pietanze dolci per una colazione indimenticabili. Senza dimenticare che è meglio recarsi di mattina qui in quanto di giorno è uno dei locali più affollati della città.

Successivamente ci si può dedicare ad una visita culturale presso il Museo Egizio. Si tratta del luogo che conserva il maggior numero di reperti della civiltà egizia: un autentico tesoro che lascia a bocca aperta ogni giorno migliaia e migliaia di turisti. Si possono infatti vedere tutte le bellezze degli egizi e scoprirne i principali segreti.

La prima giornata a Torino può proseguire verso le piazze della città: nel corso del tempo sono state un punto cruciale non solo per l’aggregazione, ma anche da un punto di vista storico e culturale.
Si può citare la celeberrima Piazza San Carlo dove ci sono numerosi caffé presso i quali fermarsi per una dolce pausa relax. Qui sorgono anche le cosiddette “Chiese Gemelle“, ovvero quelle dedicate a Santa Cristina e San Carlo Borromeo. Si tratta perciò di uno dei luoghi da non perdere assolutamente di questa splendida città.

Impossibile poi non fare una sosta nella meravigliosa cornice di Piazza Castello che si caratterizza per i suoi portici. Qui si ammira anche il Palazzo Reale, oltre a Palazzo Madama e il Teatro Regio. Si capisce dunque il motivo per cui qui è impossibile non trovare turisti ad ogni ora del giorno.

Vale la pena godersi una piacevole passeggiata anche lungo via Po che è una delle strade principali del capoluogo piemontese. Lo shopping sarà possibile dato che qui ci sono tanti negozi di souvenir e anche di altri articoli come abbigliamento.

C’è poi Piazza Vittorio Venero che si caratterizza, come altre, per la presenza dei portici molto lunghi che la circondano. Ci sono svariati locali dove sorseggiare una bevanda fresca o anche una cioccolata calda, in base alla stagione. Chi vuole immergersi nella vera bellezza di questa città non potrà perdersi una tappa presso la Chiesa della Gran Madre di Dio, che si trova nei paraggi. Questa è una delle più celebri ed importanti del capoluogo piemontese.

Al termine di una prima giornata alla scoperta di Torino, ci si può godere una cena a base di prodotti tipici della zona. La Bagna Cauda è quella più famosa e che attira tantissimi turisti, incuriositi da questa pietanza unica nel suo genere. Si tratta di un mix di verdure ed acciughe per dare calore: ecco perché è consigliabile soprattutto nel periodo più freddo. Sono molti i ristoranti in centro che la preparano secondo la ricetta originale.


Secondo giorno a Torino: cosa fare?


Coloro che sono alla ricerca di un itinerario preciso alla scoperta di una delle città più belle d’Italia, non può non considerare alcune soste quasi obbligatorie.

Si può partire da un caffé Al Bicerin. Questo è il posto dove è nata l’omonima bevanda calda piemontese che dal 1793 attira tantissime persone. Celebre per essere il posto preferito di Camillo Benso Conte di Cavour.

Poi c’è il bellissimo Duomo di Torino che si trova in via XX Settembre. Una chiesa in stile rinascimentale, forse l’unica dell’intera città. Nel corso degli anni si è molto parlato di questa tappa in quanto qui viene conservata la Sacra Sindone.

Non lontano da qui ci si può spostare verso via Montebello dove c’è il Museo Nazionale del Cinema. Questo lo si può definire a tutti gli effetti come un “congelatore” della storia italiana: si potranno ammirare le foto e pezzi di pellicole che hanno segnato epoche e generazioni intere. Si trova nella Mole Antonelliana e conserva vari cimeli e locandine, oltre a tanti costumi e molto altro ancora. Una visita al suo interno non potrà che lasciare qualsiasi turista a bocca aperta.

Restando in tema culturale, c’è anche il Museo del Risorgimento Italiano. Un museo eccezionale che permette di ammirare una serie di elementi dell’epoca molto interessanti. Ecco perché si potranno notare documenti e vessilli risorgimentali, oltre ad armi e tanto altro ancora. Da non dimenticare che Torino fu sede dei Savoia e soprattutto capitale del Regno d’Italia in passato, per cui ci sono testimonianze storiche di un certo livello da poter ammirare.

In caso di bel tempo, una delle massime attrazioni di Torino è sicuramente il Parco del Valentino. Qui ci si può rilassare su un bel prato verde e in una cornice mozzafiato. Infatti questo parco è famoso per essere il polmone verde della città, lì dove le persone vanno a correre o semplicemente si godono qualche piacevole istante di spensieratezza. Chi ama camminare, dopo essere riposato nel parco, potrà scegliere di fermarsi al Borgo Medievale o alla Fontana dei Dodici Mesi, così come al Castello del Valentino. Tutte queste attrazioni sono presenti proprio all’interno del parco per cui non ci si dovrà allontanare molto.

Per concludere questa piacevolissima esperienza per un viaggio low cost a scoprire le parti più belle d’Italia, fare un’apericena a Torino può essere una grande opportunità. Ce ne sono diversi di bar e locali che si trovano a San Salvario, un quartiere torinese che si trova nei pressi del Parco del Valentino. Qui l’atmosfera è molto giovanile, l’ideale per svagarsi un po’ e per terminare con piacere la propria tappa torinese.

Reply