Un giorno a Firenze: quali sono i luoghi top da non perdersi

Domandarsi cosa vedere a Firenze può portare ad una lunghissima lista di attrazioni turistiche. La città toscana offre ai suoi turisti e ai suoi abitanti una bellezza artistica dopo l’altra. Si tratta di un vero e proprio museo a cielo aperto. Girarla a piedi è sicuramente la soluzione migliore per poter godere a pieno della sua magnificenza.

In questo articolo troveri i luoghi top da vedere assolutamente una volta giunti a Firenze. Non sono certo tutti quelli che si possono incrociare ma abbiamo scremato la lista e abbiamo scelto di fare un piccolo itinerario utile per poter vedere il più possibile in un giorno.

Tappa 1: Duomo di Firenze

Il breve ma intenso viaggio a Firenze non può certo non partire dal simbolo di questa città, il Duomo, con annessi la torre di Giotto, il Battistero e la Cupola del Brunelleschi.

Partendo da quest’ultima, la Cupola del Brunelleschi è il monumento più importante e storico di questa città e la sua grandezza non è ancora oggi superata da nessun’altra costruzione in tutta la città. Da qualsiasi parte ci si sposti dall’alto o dal basso, la cupola è sempre lì, mastodontica e leggendaria.

La sua costruzione è stata appunto affidata al Brunelleschi, che vinse un concorso e portò a termine in modo leggendario. Al suo interno affreschi dal valore inestimabile, così come la loro bellezza. Ad accompagnare la cupola vi è ovviamente il Duomo di Firenze.

Il cuore di Firenze è questa struttura architettonica che non ha eguali in tutto il mondo, la sua facciata di marmo bianco alternata da lastre verdi scuro la rendono unica nel suo genere. Tutti lo conoscono come il Duomo m in realtà il suo nome è chiesa di santa Maria del Fiore.

Di fronte al Duomo troverai il Battistero, l’edificio più antico di Firenze, risale infatti al IV secolo. Le sue porte d’orate sono una Bibbia a cielo aperto che tutti, credenti e non, possono ammirare.

Infine, il campanile di Giotto, un altro grande nome della storia, ha partecipato e lasciato il segno in questa piazza. Giotto lo fece con il Campanile, anche se purtroppo non poté rimanere in vita tanto a lungo da poterlo vedere completato. Invece, noi abbiamo la fortuna di poterlo ammirare dall’esterno e per una vista panoramica mozzafiato, un po’ di fatica su per i numerosi scalini vi porterà in cima dove una vista a 360° su tutta Firenze vi lascerà a bocca aperta.

Dopo tanta arte, scalini e viste panoramiche una pausa pranzo è doverosa in uno dei moltissimi locali presenti sulla piazza del Duomo. Per un pranzo goloso ma veloce consigliamo un panino fatto interamente di prodotti locali: pane toscano con affettati del posto, il tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino, ovviamente DOP.

Tappa 2: Ponte vecchio e la galleria degli Uffizi

Dopo una meritata pausa, riprendete il vostro cammino e dirigetevi verso un altro simbolo di Firenze, Ponte Vecchio. Oltre ad essere il ponete più bello della città è anche il più fotografato al mondo. Come dargli torto. La sua caratteristica struttura lo differenzia dai comuni ponti. Infatti tutta la lunghezza del ponte da entrambi i lati e abitata da botteghe artigiane orafe. Anni addietro le botteghe qui presente però trattavano tutt’altro che gioielli, bensì era un mercato, fatto vi frutta, verdure e carne.

Divenne luogo di orafi e artigiani, in seguito alla costruzione del corridoio Vasariano degli Uffizi, che richiedevano un altro tipo di immagine intorno a loro, una figura più elegante e benestante e più adatti alla bellezza degli Uffizi.

Dopo una passeggiata lungo il ponte e fatte le foto di rito, non resta che occupare tutto il pomeriggio alla visita degli Uffizi. Ebbene si, un paio di ore non sono sufficienti per soffermarsi a vedere tutte le opere presenti e ben custodite in questo museo.

Dopo una lunga fila per entrare 8consigliamo i biglietti online) non vi resta che mettere le cuffie dell’audio guida e immergervi in un percorso temporale che vi ammalierà e vi lascerà ricordi indelebili e curiosità.

Caravaggio, Raffaello, Tiziano, Leonardo da Vinci e molti altri loro colleghi sono i protagonisti se non gli artefici delle opere d’arte presenti all’interno della Galleria degli Uffizi. Affreschi, quadri, sculture e oggetti storici tutti rinchiusi in una lunga galleria elegante e meravigliosa.

Conclusa la bellissima visita agli uffizi vi potete godere un’ottima cena in uno dei tanti ristoranti locali e non potete non assaggiare la classica carne alla Fiorentina.

Certo può sembrare veramente poco vedere a Firenze solo queste cose, ed in effetti lo è. Come abbiamo detto a inizio articolo, il capoluogo toscano offre tantissime altre belle cose da vedere ma impossibile purtroppo farlo in un giorno. Se si sceglie di visitare solo dall’esterno le bellezze che offre Firenze, recupererete molto più tempo e potete così aggiungere una passeggiata verso la Chiesa di santa Maria Novella, vicina anche alla stazione ferroviaria, Palazzo Vecchio (fulcro della politica della città in antichità), Palazzo Pitti e molto altro che sarà anche un piacere scoprire man mano che si passeggia lungo le vi di questa storia città.

Reply